“Mangiare la carne rossa fa male!”

“Il pesce è inquinato”, “La verdura è piena di pesticidi”, “La frutta non sa più di nulla!”

 

Un gruppo di ricercatori, che si sono riuniti a Lione, presso il Larc (agenzia per il cancro dell’Oms), afferma che i salumi, le carni salate, affumicate, con conservanti, in generale quelle lavorate, aumentano il rischio di cancro. Per essere precisi i ricercatori affermano che assumere una quantità quotidiana pari a 50g aumenta il rischio di tumore.

pesce o carne rossaIl pesce venduto dalla grande distribuzione, proveniente da tutto il mondo, o quello pescato in Italia e venduto nei mercati generali è considerato pericoloso. Tutto ciò è dovuto alla presenza di metalli pesanti nei mari, il cui inquinamento è considerato pericoloso per la salute dell’uomo. L’agenzia di sicurezza alimentare Francese, ad esempio, mette in allerta sull’assunzione di pesce se ciò avviene per più di due volte alla settimana.

La signore mercato carne rossafrutta non sa più di nulla, questo lo dicono le signore al mercato! …E dal mio punto di vista sono molto più attendibili rispetto alle ricerche internazionali. Anche la salubrità della frutta è messa in discussione a causa dei pesticidi che si usano per la coltivazione. Limitare gli inquinanti nel piatto è importante perché interferiscono con il nostro equilibrio ormonale, e sono associati alla riduzione della fertilità, all’insorgenza di alcuni tipi di tumore, alla pubertà precoce, al diabete e all’obesità.

 

Se questo è il palcoscenico alimentare non si può far altro che deprimersi, fare la spesa diventa molto difficile, costruirsi una casa con tutti i confort, soprattutto la cucina allora diventa inutile. E se lo scenario invece lo rendessimo promettente?

Tempo addietro mi sono imbattuto nel libro del dottor D’Adamo e di suo figlio “Mangia come sei”, il quale sostiene che esista una dieta, o per meglio dire, un gruppo di alimenti, adatti ad ogni tipo di genotipo. Il medico naturopata, dopo un lungo studio, fu il primo a osservare che pazienti appartenenti a gruppi sanguigni diversi reagivano in modo diverso alla medesima alimentazione. Iniziò così a pensare che le loro differenti esigenze fossero dovute a una caratteristica biologica precisa.

31e1zjHKiYL._BO1,204,203,200_Il medico intraprese un percorso di ricerca allo scopo di stabilire se ci fosse una correlazione tra malattie e gruppi sanguigni. Riuscì a collegare due delle principali malattie dello stomaco (cancro e ulcera) rispettivamente ai gruppi A e 0. Aveva trovato una base scientifica che avvalorasse le osservazioni dello studio del padre.

Ognuno di noi può trarre le proprie conclusioni su ciò che è giusto vada a finire nel nostro piatto e cosa non lo sia, il mio consiglio è quello di leggere il libro del dott. D’Adamo e di provare per almeno due settimane i suoi metodi e gli alimenti abbinati ad ogni patrimonio genetico. Il dottore associa il fisico ad un tipo specifico di conformazione, ed è divertente “prendersi le misure” per associare il nostro corpo ad un determinato “tipo” (ad esempio il raccoglitore, molto avvezzo alla conservazione adiposa e quindi alle maniglie dell’amore).

Il professor D’Adamo consiglia e associa alimenti diversi per i diversi genotipi, insomma, ritagliatevi un momento divertente e di sicuro interesse.

 

Un articolo del nostro Blog : “Mettersi in forma rinnovando casa…” scherzosamente mette in luce l’importanza di prendersi cura della nostra persona rinnovando la casa e punta l’attenzione proprio su quanto è importante prendersi cura di noi con una dieta equilibrata e una sana attività fisica.

Durante la progettazione dell’ambiente cucina noto molta attenzione, da parte dei clienti, nella scelta delle finiture, dei materiali e del colore delle pareti che si possano abbinare a questi splendidi pezzi di arredo. E se facessimo più attenzione anche alla praticità invece di puntare troppo sull’estetica?

cucina bella comoda praticaLa nostra salute è ormai certo sia influenzata da ciò che mangiamo, il metodo di cottura fa la differenza: cucinare a vapore o nel forno elettrico permette una digestione più facile rispetto al fritto ad esempio. La cultura alimentare e la vita frenetica rendono difficile l’organizzazione dei pranzi o delle cene, un robot da cucina posizionato su un top con il piano di lavoro ampio può essere una soluzione per creatività e praticità. Insomma, si possono prendere spunti per migliorare il quotidiano, partendo proprio da ciò che mangiamo.

Costruisci la tua dieta perfetta, ridisegna una cucina bella e pratica, tutto ciò ti aiuterà a vivere meglio e in salute!

Fai click sulla nostra pagina Facebook, ci faresti molto felici!
Vai alla pagina Facebook!